Vai al contenuto

Casina Vanvitelliana

1782, Bacoli

Prenota un tour

La Casina Vanvitelliana è un edificio monumentale posta al centro del Lago Fusaro a Bacoli, città dei Campi Flegrei. A partire dal 1782 la Casina e il Lago furono al centro di un’intervento di bonifica e valorizzazione dell’area flegrea, che proseguiva l’antica produzione di ostriche e mitili.

Il sito

La Casina Vanvitelliana sorge su un isolotto al centro del Lago Fusaro con forma poligonale simile a una pagoda. Il complesso del Fusaro, già utilizzato nell’antichità per la coltivazione di ostriche e mitili, fu acquistato nel 1752 da Carlo di Borbone per farne una reale delizia di caccia e pesca, insieme ai fondi di Cuma e il Lago di Licola.

Proseguendo il progetto paterno, Ferdinando IV di Borbone affida nel 1782 a Carlo Vanvitelli il compito di costruire il Casino Reale al centro del lago e valorizzare il Fusaro, nel contesto della bonifica di tutta l’area flegrea, con l’intento di dare continuità all’antica tradizione di pesca e mitilicoltura, favorendo l’insediamento umano e nuove occasione produttive di lavoro.

La Casina Vanvitelliana e il complesso del Fusaro, di proprietà del Comune di Bacoli, gestiti dal Centro Ittico Campano, sono oggi fruibili e visitabili grazie ad un progetto di recupero avviato negli scorsi anni che sta riportando il sito borbonico al centro dell’interesse del turismo culturale e ambientale di qualità. Ospitano attività legate al tempo libero, mostre, concerti e iniziative per le famiglie.

Vantaggi reali

Con la ROYAL CARD® entri da protagonista nel circuito borbonico e hai subito agevolazioni, convenzioni e tour a prezzi scontati

Acquista la card
Scopri